Beaches of Sardinia on Google+

Spiagge di
Sardegna

Sa Mesa Longa: sculture di roccia

Le aree della Sardegna:

Golfo di Oristano

Penisola del Sinis

Monti Ferru

Alghero

Orosei

Sant'Anna Arresi

S'Archittu

Visualizza la posizione di S'Archittu su Google Map

Vedi un breve video su S'Archittu ospitato su Vimeo:

Puoi anche vedere lo stesso video su S'Archittu caricato sul canale YouTube Spiagge di Sardegna.

S'Archittu è un piccolo borgo marino stretto tra il mare e le prime basse colline che si sollevano verso il Monti Ferru. L'attuale piccolo abitato si è sviluppato dal nulla tra gli anni Sessanta e Settanta del secolo scorso, quando gli abitanti delle vicine Cuglieri, Seneghe, ma anche Oristano cominciarono a costruire le seconde case per le vacanze estive sulla costa del Montiferru. Se sei interessato a informazioni maggiori sull'evoluzione dell'abitato di S'Archittu (ma anche delle vicine Torre del Pozzo e Santa Caterina di Pittinuri), a foto d'epoca messe a confronto con immagini contemporanee, visita la pagina dedicata a questo argomento nel sito sarchittu.org.

Ma S'Archittu è soprattutto l'arco naturale di roccia bianchissima che dà il nome alla località, e che mette in comunicazione col mare aperto una piccola e incantevole baia. L'arco è stato dichiarato monumento naturale dalla Regione Sardegna nel 1993, e di conseguenza posto sotto stretta tutela.

Tutta la zona circostante a nord e a sud di S'Archittu è caratterizzata da una scogliera bianchissima e dalle forme arrotondate di origine sedimentaria. La roccia è morbida, “soffice” e soggetta a una facile polverizzazione, si lascia lavorare e levigare in maniera uniforme dal mare e dal vento e solcare in profondità dalle acque piovane che la percorrono.

Se vuoi avere più informazioni sul monumento naturale dell'archetto, sul contesto ambientale in cui è inserito e sulle problematiche poste dalla sua tutela, visita la pagina dedicata all'arco di S'Archittu presente nel sito sardegnaambiente.it.

Per gli appassionati di archeologia: la piccola baia dominata dall'archetto naturale fu con buona certezza il porto dell'antico abitato di Cornus, l'ultimo centro di resistenza sardo-punica alla definitiva conquista romana dell'isola. Vedi in proposito le brevi note dedicate ai due siti dall'archeologo e storico Massimo Pittau.

Per gli appassionati di letteratura: prima di visitare S'Archittu, o tornandoci, o soggiornandoci, se non l'avete già fatto, potreste leggere il romanzo di Flavio Soriga, Sardinia Blues. Eccovi un link per introdurvi brevemente all'opera. Oppure potreste appassionarvi alle poesie di Giovanni Corona, un poeta di Santu Lussurgiu della seconda metà del Novecento: potete trovare alcune brevi notizie su di lui nella pagina dedicatagli nel sito sarchittu.org. Dalla stessa pagina potete scaricare anche un estratto delle sue poesie scelte dal curatore del sito.

Per gli appassionati di cinema: l'arco naturale e la baia da lui racchiusa/aperta compare in sequenze più o meno lunghe di alcuni film. Tutta la scena conclusiva di un film di fantascienza italiano di serie B (o C?) del 1966, “2+5 Missione Hydra”, sfrutta lo sfondo costituito dall'arco e dalla baia. Di seguito la sequenza caricata sul proprio canale YouTube da un superfan di S'Archittu, Stefano Sabatini.

Infine vi consiglio due siti. Il primo è sarchittu.org: è ricco di informazioni, consigli, proposte, immagini, curiosità, link. Il secondo è sarchittu.net: ricco di informazioni storiche e attuali, di immagini (belle!), di video, link utili. Il primo tende a fornire una visione di insieme di S'Archittu, il secondo punta sui particolari e lascia al visitatore (reale) il compito di ricostruire l'insieme.

La costa del Monti Ferru:

S'Archittu

Il Genovese

Su Riu

Torre Foghe

Il sito Spiagge di Sardegna curato da Sandro Arcais (mail: sandroarcais@spiaggedisardegna.it)

home -- link -- chi sono -- contatti

Licenza Creative Commons
Tutti i testi, i video, le fotografie e quant'altro presente in questo sito internet sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.